Psicagogia: cos’è e come si manifesta l’arte divinatoria

,
Psicagogia significato

. SLa psicagogia oggi è una disciplina che si occupa dello studio dei processi cognitivi e delle dinamiche comportamentali. Agisce in relazione all’educazione e all’apprendimento.

Attraverso l’analisi delle funzioni cognitive, come la memoria, l’attenzione e il pensiero, la psicagogia mira a individuare strategie efficaci per favorire lo sviluppo intellettuale degli individui.

Questa branca della psicologia si concentra anche sull’analisi dei fattori motivazionali che influenzano il successo accademico e sulle modalità di insegnamento più adatte alle diverse tipologie di apprendenti.

Gli psicagogisti lavorano spesso in ambito educativo, collaborando con insegnanti e istituzioni scolastiche per migliorare i processi di insegnamento-apprendimento.

In sintesi, la psicagogia si pone come ponte tra la teoria pedagogica e le conoscenze della psicologia cognitiva al fine di promuovere un apprendimento efficace e significativo.

Psicagogia come arte divinatoria: la sua evoluzione

 

La psicagogia, intesa come arte divinatoria, ha radici antiche che risalgono addirittura agli arbori dell’antichità classica. Venne sponsorizzata in origine dai Greci e poi la conobbero anche tra i Romani.

Tuttavia, è nel corso dell’Ottocento che questa pratica ritorna in auge. Si diffonde a macchia d’olio in tutto il territorio europeo come forma di mantica dai risultati sorprendenti.

Questa pratica prevedeva l’utilizzo di metodi particolari per entrare in contatto con entità spirituali al fine di ottenere informazioni sul futuro o risposte a domande specifiche.

Per entità spirituali si intendono i defunti, i quali hanno mantenuto vivo un legame con il mondo degli umani, probabilmente per colpa di situazioni in sospeso.

È facile intuire come questa divinazione corra in parallelo con lo spiritismo e intervenga dunque nelle sedute che richiamano le persone passate nel regno dell’aldilà.

 

Divinazione psicagogia

 

I divinatori o i psicagogici

I praticanti della psicagogia agivano come tramiti tra il mondo materiale e quello spirituale, interpretando segni e simboli. Nondimeno, offrivano consulenza per il cammino dei defunti e il compimento delle attività in sospeso.

Le tecniche utilizzate includevano la lettura dei tarocchi, la consultazione degli astrologi e l’interpretazione dei sogni. Ma soprattutto era sfruttata per la comunicazione la tavoletta Ouija.

La psicagogia era considerata un’arte sacra che richiedeva competenza, sensibilità e capacità intuitive.

Gli oracoli erano spesso coinvolti nella pratica della psicagogia, poiché si credeva che fossero in grado di trasmettere dei messaggi divini. Per la maggior parte comprendevano il destino dell’individuo o dell’intera comunità.

L’arte divinatoria della psicagogia continuò ad evolversi nel corso dei secoli, influenzando varie tradizioni spirituali e culturali.

Questa pratica mantiene la sua rilevanza e fascino anche nell’era moderna, dov’è ancora apprezzata da coloro che cercano risposte ai misteri della vita attraverso viaggi nel regno dell’inconscio.

Tuttavia oggi, come abbiamo visto in apertura di articolo, è inglobata come pratica della psicologia e ha perso la sua valenza magica.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *