Wraith spirito maligno: nella cui anima non aleggia la pace

Wraith spirito maligno

Wraith spirito maligno è una creatura del mondo magico in cui nel suo animo non aleggia la pace, bensì la malignità. Per comprendere subito quali siano le sue sfumature basta prendere come esempio i temibili Nazgûl, conosciuti anche con il nome degli spettri dell’a.

Sì, mi sto riferendo proprio a quelle figure malefiche riportate da Tolkien nella saga del Signore degli Anelli, laddove i personaggi sopra citati erano riportati con il nome originale di Ring-Wraiths.

Il vocabolo prende vita nel dialetto scozzese e significa per l’appunto fantasma o apparizione. Tuttavia, non è un essere etereo dalla sfumature bonarie, poiché nel suo animo non vi è traccia alcuna di coscienza.

Quello che rimane intrappolato all’interno è solo una cieca freddezza e una malignità senza pari.

Wraith spirito maligno multisfaccettato

Wraith spirito maligno

 

Parlo di spirito, poiché il Wraith è una figura non morta, e se anche nella letteratura la sua immagine è stata addolcita e resa più affine all’aspettativa umana, ciò non corrisponde a verità.

Difatti, si parla di un essere senza scrupoli, aggressivo e pronto a distruggere chiunque abbia la sfortuna di incrociare il suo cammino. Purtroppo, la sua indole è anche facilmente plasmabile, ma solo da chi esercita il male.

Per cui presta servizio a figure losche, a nemici giurati dell’essere umano. Ma l’aspetto più interessante, e anche il più diabolico se vogliamo, è che in qualità di spirito è pronto ad assumere le fattezze di chi lo comanda.

Perciò, non è mai riconducibile a una singola identità, bensì raffigurato in molteplici figure inneggianti il malevolo e l’oscuro. Purtroppo, è sprovvisto di freni inibitori e la sua caccia non ha termine finché non avrà sterminato il nemico.

La sua caratteristica principale è quindi la temerarietà, la quale non è una forma di forza bruta, benché si possa illustrare anche in questo modo, quanto più un cieco furore che proviene direttamente dal vuoto assoluto.

Non c’è alcuna forma di recupero della sua anima, perché si è disintegrata e di essa rimane solo il vuoto contrario. Si è macchiato di un crimine grave e per lui non esiste alcuna assoluzione.

Un essere, un fantasma o un’apparizione che non troverà mai pace ed è costretto a distruggere per saziare il maligno che fiammeggia in eterno in un involucro senza più alcun valore morale.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *